Viaggio nella Germania di Weimar. Programma definitivo

Attività 2018-2019, Flash, Itinerari, Itinerari viaggi 18-19, notizie Nessun Commento »

CENT’ANNI DI BAUHAUS
WEIMAR DESSAU BERLINO

08 Settembre – 16 Settembre 2019

Esattamente un secolo fa nasceva l’istituto di istruzione artistica che restò aperto solo quattordici anni, ma lasciò un segno indelebile in tutto quello che ci circonda ancora oggi.
Il Bauhaus, infatti, fu insieme scuola (probabilmente la più rilevante scuola di arte e design del XX secolo), progetto utopistico e grande catalizzatore dell’avanguardia europea, rivoluzionando la modernità con le sue linee pulite, il suo rigore e la sua idea di un’arte ‘industrializzabile’ e cambiando radicalmente il modo di concepire edifici, mobili e qualsiasi oggetto del quotidiano.

PROGRAMMA

 

08 SETTEMBRE

ORE 7.30 incontro con i partecipanti a Bari Largo Sorrentino per il trasferimento all’Aeroporto di Bari Palese

Partenza con volo Easy Jet alle ore 10:10 con arrivo all’Aeroporto di Berlino Tegel alle 12:30, ritiro dei bagagli, incontro con la guida-accompagnatrice dell’intero viaggio e trasferimento a Weimar all’Hotel Ramada By Whyndham 4 stelle, o similare, sistemazione nelle camere

Nel pomeriggio informazioni generali e panoramica di Weimar
Cena in Hotel, pernottamento

09 SETTEMBRE

Colazione in Hotel

WEIMAR

Piccola città museo, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, Weimar è da secoli uno dei maggiori centri culturali del Paese, cuore geografico e spirituale di tutto ciò che è profondamente tedesco. Qui vissero Bach, Goethe, Herder, Schiller, Liszt, Nietzsche… E qui si riunì l’Assemblea Nazionale per emanare la Costituzione alla fine del primo conflitto mondiale, dando vita alla Repubblica di Weimar, ossia il primo tentativo dei tedeschi di darsi un vero ordinamento democratico e repubblicano. Non è dunque casuale che proprio a Weimar nel 1919 Walter Gropius fondò la scuola del Bauhaus, partecipando a quel fecondo clima culturale che caratterizzò questa città negli anni Venti del Novecento e rappresentò un’età dell’oro per la politica, le idee, le arti, le scienze: il primo autentico esperimento di uguaglianza, di partecipazione attiva alla politica (simboleggiato dal suffragio universale aperto anche alle donne) e di libertà di pensiero.
La giornata è così interamente dedicata alla nascita del Bauhaus e, per cercare di seguire un ordine cronologico, inizieremo dalla sede originaria della Bauhaus-Universität costruita da Henry Van de Velde (1863-1957), dove tutto ebbe inizio (oggi questa è la sede dell’Istituto superiore di architettura).
Visiteremo poi il nuovissimo Bauhaus Museum of the Klassik Stiftung Weimar, inaugurato ad aprile di quest’anno con la mostra The Bauhaus comes from Weimar. Per la realizzazione del nuovo museo in vista delle celebrazioni del centenario, nel 2011 fu indetto un concorso internazionale cui parteciparono oltre 530 studi di architettura. L’edificio vincitore, realizzato dall’archistar tedesca Heike Hanada, si presenta come un cubo di cemento sviluppato su cinque livelli e definito da pannelli in vetro satinato. All’interno ospita la collezione di capolavori di design della scuola. Accanto al nuovo Bauhaus Museum si trova anche lo storico Neues Museum, il museo di arte moderna e contemporanea che ha sede in un palazzo neorinascimentale, nel quale è allestita l’interessante mostra Van de Velde, Nietzsche and Modernism around 1900
pranzo libero

Il centro storico, dove campeggia la Stadtkirche St. Peter und Paul, la chiesa meglio nota come Herderkirche, poiché qui predicò per anni Johann Gottfried Herder (1744-1803), filosofo e teorico dell’illuminismo tedesco. Si tratta di una chiesa a tre navate risalente al 1253 ma ricostruita dopo un incendio all’inizio del Cinquecento. L’interno custodisce l’organo suonato da Johann Sebastian Bach nel 1708-1712, la tomba di Herder e la Pala della Crocifissione di Lucas Cranach.
Lo Zwiebelmarkt
Cena e pernottamento in hotel

10 SETTEMBRE

Colazione in  Hotel

WEIMAR, LE CASE
Anche se il viaggio è dedicato al Bauhaus, non è possibile visitare Weimar senza tributare un omaggio a Goethe, che visse a lungo in questa città e vi morì nel 1832. D’altra parte Goethe rappresentò un punto di riferimento per gli artisti delle generazioni successive e la sua Teoria del colore fu particolarmente importante per Itten, Klee e Kandinskij, che insegnarono al Bauhaus. Visiteremo quindi la Goethe Wohnhaus, la casa dove il genio tedesco visse a partire dal 1782 e dove è allestito il Goethe National Museum, che conserva la sua raccolta di innumerevoli oggetti d’arte, di scienze naturali, geologia, minerologia, oltre che una biblioteca di cinquemila volumi.
Dopo il pranzo libero, proseguiremo il percorso alla scoperta delle abitazioni private, dal barocco al modernismo : la villa che ospita il Nietzsche Archive, dove il filosofo tedesco visse dal 1897 fino alla sua morte nel 1900 e che fu completamente rinnovata nel 1902 da Ven de Velde.
L’architetto belga, chiamato appositamente dalla sorella di Nietzsche, ideò ogni dettaglio, compresi lampadari, porte e soprammobili, dando forma a una vera e propria Gesamtkunstwerk (Opera d’arte totale), giunta intatta fino a noi.
Pranzo libero
Visiteremo infine la Haus am Horn, che fu il prototipo nel quale si materializzarono per la prima volta le idee rivoluzionarie del Bauhaus relative al ‘modo di vivere moderno’. Questo modello di casa fu costruito per la mostra del Bauhaus del 1923 e rimane l’unico edificio interamente costruito a Weimar dalla scuola di Gropius, appena riaperto dopo un accurato restauro. Resteremo così sorpresi dalla profonda differenza che separa le due case, pur essendo state realizzate a soli vent’anni di distanza.
Cena e pernottamento in hotel

11 SETTEMBRE

Colazione in Hotel

Lasceremo Weimar alla volta di di Erfurt : si tratta di uno dei centri medioevali meglio conservati in Germania. Antiche e lussuose abitazioni abbelliscono il centro storico caratterizzato anche dal celebre Krämerbrücke (del 1325), il più lungo ponte d’Europa fiancheggiato da entrambi i lati da case con le facciate a struttura reticolare, simile al Ponte Vecchio di Firenze. Erfurt è anche chiamata città delle torri per il gran numero di chiese, cappelle e monasteri. In passato la città e la sua università (nel ‘700 era l’università più grande della Germania) attiravano molti personaggi illustri: da Lutero a Goethe, da Johann Sebastian Bach a Schiller e Herder.
pranzo libero,

Proseguiremo per Dessau, nel Land Sassonia-Anhalt , come fece il Bauhaus nel 1925

Cena e Pernottamento in hotel Radisson Blu Hotel Fürst Leopold**** a Dessau  o similare.

12 SETTEMBRE

Colazione in Hotel

DESSAU

Nonostante il successo ottenuto, il Bauhaus , osteggiato dagli ambienti più conservatori e costretto a concludere la sua attività a Weimar,  potè riaprire a Dessau, finanziato dal Comune, ottenendo anche il titolo di Hochschule für Gestaltung (Istituto superiore di figurazione).
Dessau fu la prima città nella quale il Bauhaus potè realizzare il proprio programma non solo di corsi, ma anche di costruzioni, a cominciare dalla nuova sede appositamente costruita su disegno di Gropius: la Bauhausgebäude, oggi sede della Fondazione Bauhaus Dessau, che naturalmente visiteremo
L’edificio, inoltre, riuniva la scuola, le officine nonché gli alloggi per gli studenti, dove i balconcini con il loro parapetto di ferro si stagliano nettamente nel blocco, indicando all’esterno la suddivisione in piccole unità abitative. Ogni dettaglio, dall’architettura agli arredi, appositamente disegnati, sono divenuti archetipi dell’architettura e del design contemporaneo.

Pranzo libero

Gropius progettò anche le Meisterhäuser, le case dei docenti più illustri. Erano tre ville bifamiliari composte da cubi, che fungevano anche da atelier dei maestri: una per Gropius, purtroppo distrutta durante la guerra (e ricostruita nel 2014 in forme totalmente diverse dallo studio berlinese Bruno Fioretti Marquez Architekten); una per i pittori Moholy-Nagy e Feininger; una per Kandinsky e Klee, interamente conservata e appena riaperta dopo il restauro.

Potremo così emozionarci nel visitare il luogo in cui i due artisti astratti lavorarono a stretto contatto.
E soprattutto emergerà come il Bauhaus, oltre che una scuola d’arte, fu una straordinaria esperienza di libero pensiero e di emancipazione sociale, anche femminile: divennero celebri ad esempio le ‘donne del Bauhaus’, per i capelli corti e i modi anticonformisti.

A breve distanza, all’interno di un parco pubblico, sorge anche il nuovo Bauhaus Museum Dessau, che inaugurerà a settembre. «Può essere considerato come eredità iconografica del motto less is more», affermò la giuria nel sceglierlo. Sarà esposta la collezione di circa 40mila oggetti legati al Bauhaus, in modo da rendere evidenti al grande pubblico l’attualità delle idee del Bauhaus e la presenza di un’eredità ancora viva.
Se possibile  cena presso un ristorante ospitato in un edificio Bauhaus costruito nel 1930.
Cena e Pernottamento in hotel

13 SETTEMBRE

Colazione in Hotel

Trasferimento a POTSDAM

la Einsteinturm (Torre di Einstein), l’osservatorio astrofisico eretto fra il 1919 e il 1921 dall’architetto tedesco Erich Mendelsohn.
La torre doveva trasporre in un edificio le teorie della relatività di Albert Einstein, che qui potevano essere sottoposte anche a verifiche empiriche tramite un laboratorio apposito e un grande telescopio per lo studio della deviazione dello spettro solareUn edificio  simbolo dell’architettura espressionista, nonché uno dei brani architettonici più importanti e rivoluzionari del Modernismo. Oggi il monumento storico-artistico è protetto e svolge ancora l’originaria funzione di osservatorio per l’Istituto di Astrofisica di Potsdam

pranzo libero

Il  parco di Sanssouci risale al 1744 e, insieme con i suoi numerosi edifici e opere d’arte, è considerato il miglior esempio di rococò a Potsdam, riflettendo l’influenza di Federico il Grande. Nel parco furono piantati ben 3000 alberi da frutto, che si alternano a statue e templi che riprendono lo stile rococò del palazzo

Trasferimento a Berlino Hotel Best Western Plus Amedia Kudamm 4 stelle o similare
Cena e pernottamento

14 SETTEMBRE

BERLINO  Colazione in Hotel, visita alla Sala Congressi di Stubbins e visita della fabbrica delle turbine della AEG di Behrens,

pranzo libero,

nel pomeriggio visita al quartiere “ Hansa Viertel” realizzato durante l’IBA 1957 (proposte architettoniche Bauhaus, attualmente chiuso per riallestimento), alla Shell Haus di Emil Fahrenkamp e tempo e disponibilità permettendo visita del complesso dell’Unitè d’habitation di le Corbusier e della Filarmonica di Sharoun nel Kultur Forum

Cena e pernottamento

15 SETTEMBRE

Colazione in Hotel, visita al Museo Ebraico e al Museo dell’Olocausto

pranzo libero,

pomeriggio libero

Cena e pernottamento

16 SETTEMBRE

Colazione in Hotel, partenza alle ore 08:30 per l’Aeroporto di Berlino Schoenefeld, partenza con volo Ryanair alle ore 11:45 con arrivo a Bari alle ore 13:55

Trasferimento privato a Largo Sorrentino Bari

Costo del viaggio a persona  € 1.850,00 su un minimo di 25 partecipanti

Il costo potrebbe subire delle variazioni in base all’ effettiva quotazione al momento della prenotazione

La quota comprende:

Trasferimento da e per l’aeroporto di Bari

Volo andata e ritorno Bari-Berlino-Bari compreso una borsa a mano piu’ un bagaglio da stiva

  1. 8 pernottamenti con trattamento di mezza pensione

Ingressi ai luoghi di interesse quantificati per € 100 circa complessivi

Guida accompagnatrice certificata parlante italiano per l’intero tour

Bus al seguito per l’intero tour

Vitto e alloggio per autista e guida

Tassa di soggiorno

Assicurazione medico- bagaglio

La quota non comprende:

Supplemento camera singola € 50,00 al giorno

Tutto quanto non espresso nella quota comprende

Assicurazione per annullamento per motivi di salute certificati e non preesistenti,

da sottoscrivere esclusivamente al momento della conferma  € 90,00

Il programma potrebbe subire delle variazioni in base alla disponibilità delle prenotazioni ai luoghi di interesse. A causa dell’imminente data di partenza si necessita entro giovedì 25/07/2019 dell’adesione con acconto di € 525,00 (pari al 30% dell’importo) e copia del documento di identità. Tale quota, in caso di rinuncia al viaggio per qualsiasi motivazione (anche di salute) salvo stipula assicurazione per annullamento, sarà trattenuta dall’agenzia come penale.

Da 30 a 4 giorni prima della partenza la penale ammonta al 75% dell’intero importo

Da 3 giorni prima della partenza la penale ammonta al 100% dell’intero importo

PER INFORMAZIONI TECNICHE CONTATTARE

LA SIG.A CANDIDA AL  335/6727173

New Transitalia Viaggi

Starbus Service srl

Via G. Devitofrancesco, 15 –  70124 Bari 

P.IVA/C.F. 07170860725 – REA 53768  – Aut. Prov. n. 12/2012

Tel. 080.5565088 – Fax 080.5538685

newtransitalia@petruzzelli.com – www.petruzzelli.com

 

 

 

 

 

Incontro di chiusura dell’anno sociale. Aggiornamento

Flash, notizie Nessun Commento »

 

Mercoledì 19 giugno 2019

 ore 18:00, presso il Circolo Unione – TORRE A MARE 

Ci ritroviamo per un saluto di “buone vacanze” e per registrare eventuali adesioni al nostro Viaggio Studio in Germania “100 anni da Weimar –  Bauhaus”, orientativamente dall’11 al 22 settembre 2019.

L’appuntamento è fuori dal Circolo alle 18.00.

Incontreremo il Presidente che ci racconterà la funzione di questo Circolo storico che ha anche una sede invernale nel Teatro Petruzzelli; ci godremo il mare e concluderemo la nostra serata con una cena.

E’ molto importante conoscere quanto prima il numero dei partecipanti per organizzare il tutto oltre che lo spostamento a Torre a mare delle Socie e dei Soci  non forniti di mezzi propri.

Informazioni e prenotazioni telefoniche :

 339.4029450     338.6092628       338.4639612

Con il libro in mano. Lettura di – Ulisse – di James Joyce

Attività 2018-2019, Attività Adirt, Flash, notizie Nessun Commento »

 

 

“Con il libro in mano”

 

L’Adirt, dopo aver completato la lettura della Commedia di Dante in collaborazione con l’ADI (Associazione degli Italianisti), ringrazia la prof.ssa Rita Ceglie per la competenza e la passione con le quali ci ha accompagnate alla lettura delle tre Cantiche.

Gli incontri di “Con il libro in mano“, riprenderanno nel prossimo ottobre 2019, in collaborazione con l’A.I.A. (Associazione Italiana di Anglistica).

Leggeremo “Ulisse” di James Joyce. Ci accompagnerà nelle pagine di quel grande libro e fra le strade di Dublino, la prof.ssa Patrizia Ripa, che ringraziamo per la disponibilità e l’entusiasmo subito dimostrati.
Patrizia Ripa consiglia di fare alcune letture preliminari  e così ci scrive:
        Carissim*,
Con gioia ed entusiasmo ho accettato questa grande sfida di affrontare la lettura dell’Ulisse, il romanzo di James Joyce che “tenteremo” di capire e di interpretare insieme , data la complessità del testo.
Ho suggerito a Isa Bergamini di proporre a tutti gli interessati la lettura di ” Gente di Dublino” e di ” Ritratto di artista da giovane ” dello stesso  autore, per chi non li avesse già letti, perché la produzione joyciana è di tipo ciclico, pertanto il personaggio della ultima short story di “Gente di Dublino”,Gabriel , si ritrova nel personaggio di Stephen Dedalus nel “ritratto di artista” per tornare come Stephen/Telemaco nell’ Ulisse. Per questo motivo potrebbe essere interessante vederne la continuità, ma il mio è solo un suggerimento.
 Per quel che riguarda il testo da comprare, esistono 3 traduzioni ufficiali ( ci sarebbe una quarta , fatta da Bona Flecchia per la Shakespeare and company, ma fu subito ritirata dal mercato per questioni legali di diritto di autore ).
La prima risale al 1960 ed è quella più famosa, eseguita da Giulio  De Angelis per la Mondadori ed  è stata definita ” l ‘ unica traduzione integrale autorizzata” ed è stata sempre molto apprezzata. In seguito, grazie alla scadenza dei diritti di autore,  sono state effettuate , a breve distanza, due nuove traduzioni, quella di Enrico Terrinoni nel 2012 per la Newton Compton quella di Gianni Celati nel 2013 per Einaudi.
Non è compito facile decidere quale potrebbe rappresentare la “migliore traduzione”, anche perché per fare un’accurata analisi contrastiva ci vorrebbero anni di studio .La traduzione è sempre frutto di un lavoro di interpretazione personale ed ognuna di queste offre un proprio originale tassello interpretativo . Tuttavia, dalle ricerche che sto effettuando in questo periodo è emerso da alcuni critici ed esperti joyciani  che la traduzione di De Angelis appare più letteraria e tradizionale, mentre Terrinoni tenta di ” democratizzare ” quella che tutti ritengono una lettura impossibile per renderla  accessibile al maggior numero di lettori, e anche la proposta di proporlo ad un prezzo così competitivo ( soli 5 euro! ) ne è la prova ! Terrinoni ha vissuto a lungo a Dublino ed ha ripercorso e rivissuto tutti gli itinerari di Leopold Bloom , protagonista dell’ Ulisse e si è quindi ben integrato nella cultura irlandese. Infine la traduzione di Celani, più basata sulla musicalità della parola usata da Joyce che sul tentativo di effettiva comprensione del testo fornisce  un suo apporto originale , ma a detta di alcuni non sempre fedele al testo.
Dopo questa breve/lunga riflessione la mia proposta sarebbe la lettura della traduzione di  Terrinoni perché forse mostra da un punto di vista linguistico un linguaggio più attuale e moderno e nel contempo , dal punto di vista culturale, più vicino a quella che è la tradizione irlandese.
Buona estate . Ci vediamo in ottobre!
Buono studio per me e buone letture a tutti!
                                                                                  Patrizia Ripa
E anche da noi tutte e tutti dell’Adirt, Felice estate con tante buone letture.
 

Comunicato. Maggio e Giugno 2019

Attività 2018-2019, Attività Adirt, Flash, notizie Nessun Commento »

 

Comunicato

Maggio – Giugno 2019

 

Venerdì 10 maggio, ore 17.30. In Sede

LeggerMente: gruppo di lettura

 

Martedì 14 maggio, ore 17.30. In Sede
Incontro con CarlaTedesco, Assessore all’urbanistica e Micaela Paparella, Presidente 1° Municipio

 

Venerdì 17 maggio, ore 17.30. In Sede

Diversità e inclusione nella città contemporanea.

Gianrico  Carofiglio dialoga con Marco Livrea

 

Giovedì 23 maggio, ore 17.30. Archivio di Stato, via Pietro Oreste, n. 45.
La terra del rimosso: il libro e il festival della cultura orale a Ginosa.

Con Sandro Catucci, Autore del libro, gli Organizzatori del festival e il Coro dell’UTEP-Maria Giannini di Ginosa.

 

Venerdì  24 maggio, ore 17.00

Visita all’Archivio fotografico di Luciana Galli

 

Domenica 26 maggio, ore 10.30/13.00. Centro Polifunzionale Futura–Parco 2 Giugno,
Piazza del Baratto e Bookcrossing

 

Venerdì  31 maggio.  In Sede. Ore 16.00 in prima convocazione, ore 17.30 in seconda convocazione

Assemblea Ordinaria dei Soci, per discutere e deliberare sul seguente o.d.g.:
-Relazione del Presidente sull’attività svolta nel 2018

-Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio chiuso al 31/12/2018
-Lettura e approvazione del Bilancio d’Esercizio chiuso al 31/12/2018

-Diritto di voto per i Soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno 2018

Per statuto, ciascun Socio può rappresentare, con delega scritta, fino ad un massimo di tre Soci.

 

Lunedì 3 – Giovedì 6 giugno  2019.  Viaggio.

Le Tremiti di Lucio Dalla

“Questo posto favorisce il mio modo visionario di raccontare il mondo……” L.  Dalla

 

Venerdì  14 giugno, ore 18.00.  In Sede 
Incontro con i Soci per la conclusione dell’anno sociale

 

  • Per il viaggio alle Tremiti di Lucio Dalla: informazioni, programmi , prenotazioni in Sede il 14 maggio ore 17,30

 

  • Il 31 maggio, dopo l’assemblea e le opportune informazioni, raccoglieremo le adesioni per

il nostro viaggio studio in Germania “Repubblica di Weimar – Bauhaus”. Il viaggio si svolgerà probabilmente dal 7 al 15 settembre 2019.

 

Informazioni e prenotazioni telefoniche :  339.4029450  –  338.6092628  –  338.4639612

Associazione Difesa Insediamenti Rupestri e Territorio Via Abbrescia 45/47  Bari 70121

info@adirt.it
Feed RSS Notizie Feed RSS Commenti