venerdì 11 gennaio ore 17,30 in sede
Bari-Mosca: incontri e incroci.
Tommaso Fiore incontra la Russia con Marco Caratozzolo

L’attività di ricerca di Tommaso Fiore negli anni Cinquanta si aprì alla comprensione della nuova realtà europea, caratterizzata dalla guerra fredda e dalle discussioni sul socialismo reale. Le sue osservazioni di viaggio in alcuni paesi socialisti sono raccolte in tre volumi: I corvi scherzano a Varsavia, Roma 1953; Al paese di Utopia, Bologna 1958; Sull’altra sponda, Manduria 1960.
Marco Caratozzolo ci aiuterà a comprendere meglio l’originale interpretazione che questo illustre intellettuale pugliese maturò rispetto alla Russia e al suo popolo.

image-2021
Al paese di Utopia non ha solo il pregio di narrare l’incontro di un uomo – di un socialista – con il mondo sovietico. Esso è assai più ricco di annotazioni umane, politiche, psicologiche e morali perché tale incontro avviene in circostanze particolarmente eccezionali: durante il Festival mondiale della Gioventù, svoltosi a Mosca nell’estate del 1957. Migliaia e migliaia di giovani, convenuti da ogni parte del globo; e fra essi centinaia e centinaia di italiani. Fiore ha modo perciò di cogliere i mille aspetti di questo incontro-scontro di civiltà, di gusti, di modi di pensare, di temperamenti; e non poche delle migliori pagine del libro sono dedicate alle reazioni suscitate dall’esperienza sovietica in questa massa di giovani.” (dal saggio “Un cafone in URSS” di A. Asor Rosa)

 

image-2022

Tommaso Fiore a Mosca

image-2023