Venerdì 13 marzo 2015 nella sede dell’Adirt Silvia Godelli, per 10 anni assessore al Mediterraneo, Turismo, Cultura e Spettacolo della Regione Puglia, ci ha raccontato quella che per molti è stata la rivoluzione culturale della Puglia e come, sulle tracce segnate, si debba continuare. Ne é seguito un intenso dibattito al termine del quale le abbiamo chiesto di poter mettere a disposizione di tutti i soci e simpatizzanti dell’Associazione gli appunti preparati per la giornata finale di congedo dell’attuale Amministrazione Regionale. Ecco il testo:

Regione Puglia
Assessorato al Mediterraneo, Cultura,Turismo

Fino al 2005, prima della Presidenza Vendola, in Puglia la delega alla Cultura era accorpata alla Presidenza, non esisteva un Assessorato dedicato, e si spendevano nel settore poche centinaia di migliaia di Euro in assenza di qualsiasi programmazione, organizzazione e stabilità delle azioni e dei soggetti operanti nel settore.
Sin dal primo mandato, e ancora più esplicitamente nel secondo mandato, le dichiarazioni programmatiche del Presidente mettevano la Cultura al centro di un processo di sviluppo sostenibile della regione, quale motore di progresso e di futuro per le giovani generazioni.

In conseguenza, per la prima volta in Puglia sono stati destinati fondi europei Fesr alla cultura, allo spettacolo, al cinema e alle attività creative, all’insegna di una visione completamente innovativa rispetto al passato e con straordinarie ricadute territoriali anche sotto il profilo economico: e non è un caso che nei settori della Cultura, dello Spettacolo e della Promozione turistica sia stato utilizzato il 100% dei fondi europei assegnati per la programmazione 2007/13.

Le iniziative culturali, cinematografiche e di spettacolo hanno fatto da volano anche allo sviluppo turistico della Puglia, disegnando i contorni di un vero e proprio brand fondato sull’intreccio tra tradizione e innovazione, sulla autenticità della nostra terra e sullo straordinario assieme di eccellenze culturali, paesaggistiche, enogastronomiche, religiose che, oltre allo splendore del mare, la connotano.

Per la prima volta, in Italia e nel Sud, viene istituito con la Presidenza Vendola un Assessorato al Mediterraneo, all’insegna di una visione della Puglia che, a partire dalla sua storia, dalla sua posizione geografica e dalle sue tradizioni culturali, la incastona a pieno titolo in dinamiche di relazione rivolte ai Balcani e ai Paesi del Mar Mediterraneo. Una scelta lungimirante, evidente già nelle Dichiarazioni Programmatiche del 2005, che riprende rinnovandolo il filo di una politica che nei passati decenni aveva tentato non sempre con successo di rilanciare il ruolo della Puglia al di là dei propri confini e al di là del mare.

Cultura, brand turistico e relazioni con i Paesi del Mediterraneo rientrano in una visione unitaria e integrata all’insegna di un modello di sviluppo sostenibile e innovativo che coniuga tradizione e modernità (si veda a questo proposito lo sviluppo degli Aeroporti di Bari e Brindisi) e mette a valore talenti e molteplicità identitarie dei territori pugliesi.

In questa fase siamo pronti a entrare nella programmazione 2014/20 avendo già adeguato alla nuova normativa europea i Regolamenti regionali per gli aiuti in materia di Spettacolo dal Vivo, di Cinema e audiovisivo, e di Turismo.

Attività nei settori del Cinema.
Completata in tre fasi successive, con aiuti “de minimis”, la digitalizzazione di 46 schermi cinematografici pugliesi

Girati in Puglia circa 360 film, tra produzioni nazionali e internazionali e film di autori pugliesi, utilizzando come location tutti i territori, dal Gargano e i Monti Dauni alla Puglia Centrale a Bari alla Valle d’Itria all’Area Ionica e al Salento

Finanziate col progetto D’Autore 20 sale cinematografiche in tutta la Regione, impegnate a proiettare cinema di qualità

Attivati tre cineporti (Bari, Lecce, Foggia) e la Mediateca Regionale, con grande partecipazione di pubblico

Creata una rete di Festival, dal Bifest (70 mila presenze nell’ultima edizione) al Festival del Cinema Europeo di Lecce al Festival del Documentario di Specchia

Quasi completata la Apulia Film House nell’ex Palazzo del Mezzogiorno della Fiera del Levante.

Attivato presso AFC il Creative Europe Desk Italia, coordinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in cooperazione con Istituto Luce Cinecittà: è il Desk Ufficiale su Europa Creativa in Italia.

Interventi per il Teatro e la Musica
Stabilmente finanziate tutte le compagnie teatrali professionali della regione e le associazioni musicali, attraverso il Fondo Unico regionale dello Spettacolo, l’Albo regionale dei soggetti dello Spettacolo e gli strumenti di programmazione triennale degli interventi.

Ricostruito Il Teatro Petruzzelli, costituitosi in Fondazione Lirico Sinfonica, che ha riaperto dopo quasi venti anni dall’incendio.L’attività della Fondazione è stata stabilmente sostenuta dalla Regione, che per alcune annualità è stata la principale finanziatrice. Acquisito al patrimonio regionale il Teatro Kursaal Santalucia

Attivata una cooperazione strategica con Teatro Pubblico Pugliese, a cui la Regione ha aderito in qualità di socio di maggioranza, e con cui ha realizzato i principali progetti alimentati dai fondi europei:

- costituite nel territorio regionale in collaborazione con i Comuni e le Compagnie teatrali 12 Residenze denominate “Teatri Abitati”: circa 100 mila spettatori paganti all’anno;
– costruito il progetto Puglia Sounds: centinaia di tour all’estero di musicisti pugliesi, incisione di decine di dischi, e grande successo di Medimex, l’unica fiera italiana della industria musicale, con 17mila presenze complessive, 800 operatori accreditati provenienti da 25 paesi e oltre 270 giornalisti;
– attivati progetti nei settori della danza e promosse importanti iniziative di internazionalizzazione nei settori e con i soggetti dello spettacolo dal vivo.

Creata una rete di Festival di eccellenza in tutta la Regione, tra cui spiccano il Festival della Valle d’Itria e La Notte della Taranta, oltre ai festival di jazz, di musica antica e di altri approcci interdisciplinari

Cultura e Arte contemporanea
Completato in sei edizioni consecutive, culminate col riconoscimento di Bruxelles, il giro delle mostre di arte contemporanea nei castelli attraverso il progetto Intramoenia ExtrArt, promosso dalla Regione assieme alla associazione Eclettica.

Ininterrotta e di gran prestigio l’attività del Museo Pino Pascali di Polignano, costituitosi in Fondazione e ora ospitato da una nuova sede, con una forte proiezione internazionale e molte iniziative di cooperazione con i Paesi dei Balcani Occidentali.

Numerosi i progetti di sostegno alla cultura del libro e quelli storici, culturali e interculturali, sul dialogo e l’impegno contro il razzismo. Tra i più importanti, il Mese della Memoria, affidato ai Presidi del Libro.

Partecipazione annuale, assieme agli editori pugliesi, al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Il Distretto
A partire dalle realizzazioni ormai consolidate nei diversi settori di riferimento, da circa due anni è stato costituito il Distretto produttivo della Creatività, cui afferiscono le imprese dello spettacolo, dell’audiovisivo, del design e dell’arte contemporanea. Uno strumento innovativo e prezioso sia per garantire il dialogo tra imprese di settori diversi sia per favorire l’accesso ai fondi europei per la creatività disponibili per il periodo di programmazione comunitaria 2014/20.

Finanziamenti

Circa 70 milioni dal Bilancio autonomo (in 10 anni)
Circa 65 milioni di fondi comunitari Fesr (in 10 anni)
Circa 10 milioni, variamente distribuiti a integrazione degli altri fondi, tra Fondi di Coesione e Fondi di Cooperazione Territoriale Europea (in 10 anni)
In totale circa 145 milioni di Euro in 10 anni

2005/14 Attività di spettacolo realizzate dai soggetti artistici privati o direttamente promossi dalla Regione, distribuiti sull’intero territorio regionale € 25 milioni
Bilancio autonomo Circa 200 progetti per ogni anno di attività, realizzati da compagnie teatrali e di danza, associazioni musicali e altri soggetti artistici professionali e stabili, dalle Istituzioni concertistico-orchestrali, dagli EE.LL. pugliesi nei settori di teatro musica danza e cinema

2010/14 Fondi per le Attività del Teatro Petruzzelli dopo la ricostruzione € 9,5 milioni
Bilancio autonomo

2010/14 Sviluppo del sistema regionale dello spettacolo dal vivo
Attività Asse IV.3 FESR Regione Puglia FESR Festival di Musica realizzati da soggetti privati, iniziative di spettacolo realizzate dai Comuni

2009/14 Sviluppo del sistema regionale dello spettacolo dal vivo
Attività Asse IV.3 FESR Regione Puglia
FESR Comunicazione integrata in Italia ed all’estero delle produzioni culturali pugliesi; Implementazione delle 12 residenze teatrali Teatri Abitati in altrettanti teatri comunali della Puglia
Valorizzazione dei beni culturali e ambientali della Puglia attraverso lo spettacolo; Internazionalizzazione della scena pugliese, con presenze all’estero delle principali compagnie pugliesi;
Fiera internazionale delle musiche del Mediterraneo Medimex La Musica è Lavoro
Creazione del circuito regionale della musica e della danza “Puglia Sounds”

2007/14
Sostegno alle produzioni cinematografiche attraverso la Apulia Film Commission;
€ 11 milioni
Bilancio autonomo
Oltre 300 film sostenuti, girati in tutta la Puglia, di cui molte produzioni internazionali, e molti film presentati alla Festa del Cinema di Roma, alla Mostra di Venezia, a Cannes e ai più importanti festival di cinema internazionali.

2009/14 6 edizioni del Festival di Cinema Bifest, in collaborazione con Apulia Film Commission FESR Una media di oltre 60 mila spettatori per edizione, ospiti internazionali, prime cinematografiche, incontri con gli autori, laboratori didattici

2009/14 Sviluppo del sistema pugliese del cinema e dell’audiovisivo
Attività Asse IV.3 FESR Regione Puglia affidate a AFC
FESR Progetti in convenzione con la Regione
1. Rete dei festival
2. Attrezzaggio cineporti. Impianti tecnologici e arredi di Bari e Lecce
3. Valorizzazione delle location pugliesi. Ospitalità troupe cinematografiche ed educational tour:
4. Comunicazione cineporti:
5. Circuito sale di qualità. 20 sale in tutta la Puglia
6. Forum di coproduzione. Forum dei produttori audiovisivi del Mediterraneo a Lecce.
7. Apulia Audiovisual Workshop – Puglia Experience. Formazione di giovani talenti cinematografici per le location di Puglia.

2011/14 Bando per la digitalizzazione delle sale cinematografiche FESR Finanziamenti per attrezzature e cabine di proiezione per il cinema digitale

2005/14 Programmi di interventi culturali diffusi sul territorio € 16 milioni
Bilancio autonomo Circa 200 progetti per anno, realizzati in tutta la Puglia da associazioni e istituzioni culturali e dagli EE.LL. sulla base della Programmazione triennale di settore

2006/14 Le grandi Mostre d’arte € 8 milioni
Bilancio autonomo Principali progetti: le Mostre su De Nittis a Palazzo della Marra di Barletta e a Parigi Petit Palais; le Mostre di Intramoenia Extra Art nei Castelli di Puglia, 6 edizioni a cura della Associazione Eclettica promosse dalla Regione, progetto di carattere “sistemico” e fortemente innovativo, volto a valorizzare la rete dei castelli e dei palazzi storici della Puglia con l’Arte contemporanea di livello internazionale; il Premio Pino Pascali e le Mostre del Museo Pascali di Polignano.

Leggi Regolamenti e Piani Regionali

Cultura
– D.G.R. n.1891/2004 Programma Triennale delle Attività Culturali 2004/2006
– D.G.R. n.1568/2007 Programma Triennale delle Attività Culturali 2007/2009
– D.G.R. n.1036/2009 Programma Triennale delle Attività Culturali 2010/2012
– D.G.R. n.2421/2010 Modifica Programma triennale per annualità 2011 e 2012
– D.G.R. n.2159/2011 Modifica Programma triennale per annualità 2012
– D.G.R.n.1862/2012 Programma Triennale delle Attività Culturali 2013/2015

Cinema
L.R. n.8 del 21 maggio 2008 Disciplina in materia di autorizzazioni all’insediamento dell’esercizio cinematografico
-D.G.R.. n. 862 del 26/05/2009 – Programma triennale 2009/2011 per l’esercizio cinematografico
-D.G.R. n.2420 del 3/11/2010- Modificaz. Programma triennale 2009/2011 per l’esercizio cinematografico
-D.G.R.n. 2431 dell’8 novembre 2011 – Modificaz. al Programma triennale 2009/2011 per l’esercizio cinematografico
-DGR Programma 2015/2017 per l’esercizio cinematografico in corso di adozione
Regolamento regionale per gli aiuti compatibili con il mercato interno ai
sensi del TFUE. Regimi di aiuti a favore delle opere audiovisive” – DGR 176/2015

Spettacolo dal Vivo
DGR 19 Settembre 2006 n.1390 Approvazione del Programma temporaneo in materia di spettacolo per il triennio 2007/2009, ai sensi dell’art. 15 – “Norma transitoria” – della L.R. n. 6/04. Anno 2007.
Regolamento regionale n. 11 del 13/4/2007, Regolamento delle attività in materia di spettacolo
DGR 31 ottobre 2007, n. 1783 – Programma temporaneo in materia di spettacolo per il triennio 2007/2009, ai sensi dell’art.15 della L.R. n.6/04, di cui alla D.G.R. n. 1390 del 19/09/06, modificato per le annualità 08 e 09
DGR 13 luglio 2009, n. 1191 – Programma triennale 2010/12 in materia di spettacolo (L.R. n. 6/04 – art. 5).
DGR 24 luglio 2012, n. 1498 Programma Triennale 2010/2012 in materia di Spettacolo (L.R. n. 6/2004 art. 5) – Approvazione proroga per l’annualità 2013.
DGR 23 luglio 2013, n. 1395 DGR n. 1191 del 13/07/2009 “Programma Triennale 2010/2012 in materia di Spettacolo (L.R. n. 6/2004 art. 5)” – Approvazione proroga per l’annualità 2014.
Regolamento regionale n. 2 del 26.1.2015, Modifiche al Regolamento Regionale 13/4/2007 e smi Regolamento delle attività in materia di spettacolo

Distretto
DGR 2868 del 20/12/11 (riconoscimento provvisorio del Distretto produttivo della creatività)
DGR 2476 del 27/11/12 (riconoscimento definitivo del Distretto produttivo della creatività)