Viaggio nella Locride e in Aspromonte.

Attività 2017-2018, Itinerari viaggi 17-18, notizie Nessun Commento »

 

Viaggio nella Locride e in Aspromonte

I Greco – Bizantini di Calabria e le Lingue minoritarie

17- 20 maggio 2018

 


 

- Giovedì  17 maggio, ore 07:20, partenza da Largo Sorrentino / 07:30, partenza da Largo 2 Giugno

Autostrada Salerno- Reggio. Uscita SERRE

Pranzo libero

ore 15:00.  Visita guidata di SERRA SAN BRUNO

                 Bruno da Colonia, fondatore dei Certosini,  giunto qui, tra la Sila e l’Aspromonte nel 1090, riferiva ai suoi amici: «Abito un eremo abbastanza lontano d’ogni parte dall’abitazione di uomini. Che cosa devo dire della sua amenità, clima e felicità o della pianura ampia e bella, distesa in lungo tra i monti, dove sono prati verdeggianti e floridi pascoli? Che cosa devo dire della veduta dei colli che da ogni parte s’innalzano dolcemente, del rifugio delle fresche valli e dell’amabile abbondanza di fiumi, ruscelli e fonti?»

                 STILO

ore 20.00  Cena e Pernottamento in Hotel Kennedy; tel. 0964.863394

 

- Venerdì  18 maggio, ore 08:00,  sveglia e prima colazione

               GERACE                                                                                                                          

Pranzo libero

               LOCRI

               BRANCALEONE: “Un Paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo  che,  anche quando non ci sei, resta ad aspettarti”  diceva un abitante temporaneo di Brancaleone. Era Cesare Pavese, qui in esilio.

Cena e Pernottamento in Hotel Altalia; tel. 0964.933031

 

- Sabato  19 maggio,  ore 08:00, sveglia e prima colazione

             La Calabria grecanica.

             Il greco è una delle lingue sottoposte a tutela dalla legge 482/1999 e i comuni calabresi che lo riconoscono sono: Bova, Palizzi, Roghudi, Condofuri…L’ Atlante Mondiale delle Lingue in Pericolo dell’UNESCO lo pone tra le lingue severamente in pericolo.

             BOVA (820 m.), Castello normanno,  S. Maria dell’Isodia,  il Sentiero della civiltà contadina,

             Santuario di San Leo e il Museo della lingua greco calabra Gerhard Rohlfs.

             Aperitivo presso il Ristorante Grecanico della Coop San Leo

             PENTADATTILO, visita guidata del borgo

Cena e Pernottamento in Hotel

 

- Domenica 20 maggio,  ore 08:00, sveglia e prima colazione

             GAMBARIE  – Il cippo di Giuseppe Garibaldi, ferito dai Piemontesi il 29 agosto 1862

Pranzo

Rientro a Bari ore 22:00 – 23.00 Bari Largo 2 Giugno / Largo Sorrentino

Info: Lucia Aprile tel. 338.609.2628 /  339.402.9450

          Angela Mengano tel. 338.463.9612

 

 Associazione Difesa Insediamenti Rupestri e Territorio Via Abbrescia 45/47 Bari

info@adirt.i   www.adirt.it

Il mondo magico di Napoli: ieri ed oggi. Mercoledi 28 febbraio/ Giovedi e Venerdi 1-2 Marzo

Itinerari viaggi 17-18 Nessun Commento »

 Mercoledì 28 Febbraio / Giovedì e Venerdi  1- 2 marzo 2018

Il mondo magico di Napoli : ieri e oggi.

  Ecco dove avrebbe voluto trovare casa, perché lì la Sanità sa come da nessun’altra parte di ventre materno, primogenitura, principio di un lunghissimo passato mai passato, silenzio e tumulto di un fuoco che continua a covare sotto la cenere”.

Ermanno Rea, Nostalgia

 Il Programma del viaggio a Napoli è presentato nella categoria “Itinerari viaggi 17-18″

28 Febbraio / 1-2 Marzo 2018 – Il mondo magico di Napoli : ieri e oggi.

Itinerari viaggi 17-18 Nessun Commento »

 

 Mercoledì 28 Febbraio / Giovedì e Venerdi  1- 2 marzo 2018

Il mondo magico di Napoli : ieri e oggi.

  Ecco dove avrebbe voluto trovare casa, perché lì la Sanità sa come da nessun’altra parte di ventre materno, primogenitura, principio di un lunghissimo passato mai passato, silenzio e tumulto di un fuoco che continua a covare sotto la cenere”.

Ermanno Rea, Nostalgia

PROGRAMMA

Mercoledì 28 febbraio

h.07.50        Partenza da Largo Sorrentino / h. 08.00 da Largo 2 Giugno

h. 12.00       Arrivo a Napoli, Palazzo Caracciolo. L’Hotel nasce dal recupero dell’antico Palazzo dei Principi Caracciolo di Santo Buono. Via Carbonara n. 112, tel. 081 016 0111

Pranzo libero

h.13.00         Trasferimento con bus privato dall’Hotel Caracciolo al Museo Archeologico. Visita guidata della Mostra “ Longobardi.  Un popolo che cambia la storia “, gli  “uomini dalle lunghe barbe” che invasero l’Italia in età medievale determinandone un nuovo assetto sociopolitico. Sarà possibile inoltre soffermarsi su alcune opere e reperti di valore inestimabile che rendono il Museo Archeologico di Napoli uno dei musei più prestigiosi.

h.16.30         La Metropolitana dell’Arte. Museo Toledo, Università Municipio.

h.17.30         Tempo libero

h.20.00        Cena e Pernottamento in Hotel

Giovedì 1 marzo

h.08.00         Sveglia e prima colazione.

h. 10.00         A piedi, dall’Hotel Caracciolo, trasferimento al Museo Madre. Visita guidata della Mostra “Pompei@Madre. Materia archeologica”, un esempio virtuoso di collaborazione tra  istituzioni che mette assieme Pompei e il museo Madre, l’ antico con il contemporaneo”.

– A piedi, trasferimento alla Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, via dei Tribunali. La chiesa nasce nel 1616 per dare sepoltura alle persone povere della città. Nell’ Ipogeo, uno dei più simbolici di Napoli, ancora si celebra il culto delle anime del Purgatorio tra scarabattoli, nicchie, teschi, lampadine dalla luce fioca, piccoli altarini.

Pranzo libero

                    – Palazzo Zevallos Stigliano, ospita opere di Vincenzo Gemito e Gaspar van Wittel, quelle dei pittori della Scuola di Posillipo e la maggior parte di artisti della   Scuola Napoletana ottocentesca.

– Visita guidata anche della  Mostra “Da De Nittis a Gemito: i Napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo”. Via Toledo

h 17.00            Tempo  libero

h.20.30           Cena a Eccellenze campane”, via Brin Benedetto n. 69. Pernottamento Hotel Caracciolo.

 Venerdì 2 marzo

h.08.00           Sveglia e prima colazione

h.09.00           Chiesa di San Giovanni a Carbonara, una tra le chiese più ricche di opere d’arte della città, realizzata tra gli anni 1.339 e 1.343

                         Farmacia degli Incurabili, una forte testimonianza del Rinascimento napoletano, un luogo in cui arte e scienza hanno trovato una bellissima collocazione, Via Maria Longo, n. 50.

                         Piazza Mercato. Una piazza difficile da leggere, per incuria e una buona dose di sciatteria generale, ma potrebbe divenire un’area museale di primo livello; si sono accampati eserciti e mercanti di tutti i tipi, si sono consumati la decapitazione del giovane Corradino e  l’impiccagione dei Rivoluzionari della Repubblica partenopea

                        Chiesa del Carmine, in essa le salme di Corradino e di Masaniello e alcune opere di Mattia Preti, Luca Giordano, Francesco Solimena.

h.13.00            Eremo SS. Salvatore, Camaldoli . Pranzo a cura delle Suore Brigidine, tel. 081 5872519

h.20.30           Rientro a Bari, Largo 2 Giugno / Largo Sorrentino

           INFO: Lucia Aprile 339.4029450 – 338.6092628

                       Angela Mengano  338.4639612

 

 

Hans Op de Beeck, Museo Pino Pascali

Attività 2017-2018, Itinerari viaggi 17-18 Nessun Commento »

 

Sabato   27 gennaio    ore 9.30      

Largo 2 Giugno (mezzi propri o in alternativa Minibus)

Ore 10.30 Polignano a Mare,  Museo Pino Pascali, Via Parco del Lauro 119  tel. 080 4249534

Hans Op de Beeck,  Vincitore della XX edizione del Premio Pino Pascali.  Artista visivo, drammaturgo, compositore, regista d’opera e teatrale.

Le parole-chiave per la lettura delle opere di Hans Op de Beeck sono: meditazione, silenzio, introspezione. Tutti gli elementi che compongono le monumentali installazioni sono a grandezza naturale e ricoperte da un morbido strato di intonaco grigio; persone ed oggetti pietrificati sotto una coltre cinerea, una Pompei contemporanea immobile e metafisica.

 

 

Programma Adirt “Banzi- Palazzo San Gervasio” 25 novembre 2017

Itinerari viaggi 17-18 1 Commento »

“…Salendo dalle pianure della Puglia, dopo il vestito erboso delle colline dolci del sud si sprigiona un paesaggio arcaico, meno popoloso, una fioritura di colli e cocuzzoli ai quali si aggrappano le strade, le masserie spesso in abbandono e i paesi. Paesi di calce e di pietra che fuggono verso valle in cerca di periferie agevoli ma che restano nonostante gli sforzi della modernità abbarbicati nei nuclei medievali alle parti alte dei monti…”. Raffaele Nigro ne “L’Alto Bradano”

Sabato 25 novembre 

partenza   ore 8.15   Largo Sorrentino     8.30 Largo 2 Giugno

ore 10.00   Banzi nell’alta Valle del Bradano.

Visita guidata del Borgo

I resti dell’Abbazia benedettina di Santa Maria, la più antica della Basilicata (IX sec)

Il “templum auguraculum” dei primi decenni del I secolo a.C., spazio sacro sul quale i sacerdoti interpretavano i segni divini leggendo il volo degli uccelli.

La “Tabula Bantina”, un testo epigrafico su lastra di bronzo in lingua osca con caratteri latini, oggi conservata nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Al nome di Banzi è legata inoltre una antica sorgente, cantata dal poeta latino Orazio nella tredicesima Ode del III Libro dal titolo “Fons Bandusiae”.

La Chiesa Madre Santa Maria Maggiore (XIII sec.),

La Chiesa di San Gerardo (XVI sec.)

Ore 13.00 Palazzo San Gervasio

Pranzo presso il ristorante “Prelibatezze del palato”

Ore 15.00 Visita guidata della Collezione D’Errico

Il 2 novembre 1897 Camillo d’Errico lasciava alla comunità di Palazzo San Gervasio la più grande raccolta d’arte privata del Meridione.

Il cavalier d’Errico, finissimo conoscitore delle arti belle, ha costruito dei sontuosi saloni per farne una delle più importanti pinacoteche del Regno”    da “L’opinione Liberale”, 23 maggio 1896

Ritorno a Bari      Arrivo previsto ore 20.00   Largo 2 Giugno / Largo Sorrentino

Lucia Aprile 339.4029450     Angela Mengano 338.4639612

info@adirt.it
Feed RSS Notizie Feed RSS Commenti